Il lettino GA.IA

  • Tecnologia con vibrazione sonora a effetto risonante
  • Lavorazione raffinata
  • Ricoperto da un morbido materassino
  • Massaggio rilassante e rimodellante sul corpo

La percezione vibroacustica

Raccontano che Beethoven negli ultimi anni della sua vita, ormai quasi completamente sordo, fece tagliare le gambe del suo pianoforte per poter, sdraiato sul pavimento, “ascoltare” la sua musica attraverso le vibrazioni. Per chi suona il violoncello o il contrabbasso la percezione delle vibrazioni che dalla cassa dello strumento si trasmettono al proprio corpo è una sensazione familiare e alcuni sostengono che la qualità del suono sia in parte determinata dalle vibrazioni “per simpatia” che si determinano nel corpo del musicista.
Risulta piuttosto evidente come il suono possa indurre o veicolare stati d'animo ed emozioni, agendo attraverso il canale uditivo che trasmette il messaggio sonoro al cervello.
Ciò che forse è meno ovvio è il fatto che il suono possa giungere al cervello anche attraverso l'epidermide, le ossa e gli organi interni. La percezione vibratoria è meno evidente di quella uditiva, ma gli effetti delle basse frequenze, in modo particolare, sono altrettanto e forse più significativi. Pensiamo al rombo di un treno in corsa o al “pompare” dei bassi in una discoteca. Percepiamo questi suoni attraverso l'orecchio, certamente, ma anche il nostro corpo nella sua interezza riceve il messaggio.

Lo studioso norvegese Olav Skille afferma: “La Vita è vibrazione, la Materia è vibrazione. Gli atomi vibrano, l'Universo vibra. Il Suono è vibrazione. La Luce è vibrazione. La Temperatura è vibrazione. Il Massaggio è vibrazione”. La differenza tra tutte queste vibrazioni è data soltanto dalla velocità di ogni ciclo di impulsi (vale a dire dalla frequenza).
Ciò che negli ultimi anni si è cercato assiduamente è una sistematizzazione dell'effetto terapeutico della vibrazione sonora. Quello che si è potuto fissare con certezza matematica, a seguito di migliaia di ore di test, è che a determinate frequenze, alcune specifiche parti del nostro corpo entrano in risonanza, producendo, in questo modo, un sorta di automassaggio, che dall'interno si propaga verso l'esterno.
La tecnologia del lettino GA.IA, scoperta e brevettata in Italia grazie agli studi di Diego Kriscak, si colloca all'interno di questa ricerca europea che ha portato all'individuazione e alla verifica degli effetti benefici sul nostro corpo delle vibrazioni a bassa frequenza.

Risultati di un trattamento-tipo su persona con adiposità localizzate su vita, fianchi e cosce.

COSCIA SX COSCIA DX VITA FIANCHI SEDUTE
67,5 cm 67 cm 87 cm 106 cm sit. iniziale
65 cm 64,5 cm 85,5 cm 105 cm prima
63 cm 63 cm 83,5 cm 105 cm seconda
64 cm 63 cm 83 cm 101 cm terza
62,5 cm 61,5 cm 81 cm 100 cm quarta
60,5 cm 60 cm 80 cm 98 cm quinta
-7 cm -7 cm -7 cm -8 cm totale 5 sedute